Eventi e Convegni 2019

10 Giugno 2019 – ASSAPORANDO ARTE E CIBO la sana alimentazione incontra l’arte.

Il 10 giugno 2019 l’Università e-Campus, in collaborazione con l’Associazione Ghenos,  Eight for life, e ComeUnaMarea onlus ha organizzato, nei locali del ristorante FRANGE’ di via Ugo Foscolo 15/17 di Palermo,  l’evento conclusivo della rassegna “Le donne nell’arte in Sicilia” inserendo quest’ultimo incontro all’interno del Festival a carattere nazionale/internazionale Cerealia.

“ASSAPORANDO ARTE E CIBO la sana alimentazione incontra l’arte”.

La Dott.ssa Bruna Castello dell’università e-campus porge il benvenuto ai presenti e ringrazia gli artisti che hanno gentilmente mostrato le loro opere. Presenta quindi questi due  mondi (arte e cibo) apparentemente così lontani che si fondono in una magica armonia.

Passa quindi la parola alla dott.ssa Concetta Bruno,  presidente dell’associazione  ComeUnaMarea,  che coordina le attività di Cerealia in Sicilia. La dott.ssa presenta il  tema proposto quest’anno da Cerealia: il cibo sano spiegando il motivo per cui,  in quest’ultimo evento,  si è voluto coniugare il cibo della tradizione mediterranea con la rappresentazione delle tradizioni e dell’anima siciliana raccontati attraverso i colori, le persone e i luoghi.

Prende quindi la parola il dott.  Roberto Favata, biochimico, microbiologo e agronomo, che porta l’attenzione dei presenti sul collegamento tra cibo e arte che in Sicilia è fortissimo. Ringrazia gli artisti che hanno esposto i loro prodotti rappresentando le bellezze della natura siciliana e regalando ai presenti delle forti emozioni.  Il dott. Favata continua spiegando quanto la Sicilia  sia una terra baciata dalla fortuna per latitudine e longitudine le quali  favoriscono una ricca  produzione di grano, frutta e ortaggi.

Una nuova consapevolezza scientifica ci sta oggi mostrando gli errori alimentari che da anni il consumismo ci ha portato a fare. Quindi l’elemento portante di oggi non può che essere la riscoperta delle nostre tradizioni, culturali, gastronomiche e culinarie grazie alla produzione di materie prime pregiate come le farine con il germe di grano e  l’olio d’oliva spremuto a freddo.

Bisogna assolutamente recuperare il nostro rapporto con il cibo perché noi tutti siamo chiamati a rispondere ad una imprescindibile esigenza:  proteggere la nostra salute e quella dei nostri cari. Così  come affermava Ippocrate la salute va riconquistata partendo dalla tavola

“Fa che la medicina sia il tuo cibo e il cibo la tua medicina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *